Browse By

Alcuni Consigli per Vendere un Ebook

come vendere ebookAbbiamo affermato più volte, in diversi articoli, di quanto l’ebook sia uno strumento incredibilmente potente e perfetto.  Ci sono grandi Marcheter che addirittura basano oltre il 90% del loro guadagno attraverso questi Ebook (vedi Stefano Pepi e Nicola Bertrami). Se due massimi del guadagno italiano utilizzano gli ebook per guadagnare…un motivo ci sarà, no?

E c’è sì il motivo!! Scrivere un ebook è molto più redditizio che scrivere un libro. Quando scrivi un libro vai a dare una grande percentuale alla casa editrice, mentre quando vai a vendere il tuo ebook avrai il 100% netto di tutti i tuoi guadagni! Questo è solo uno dei grandi vantaggi che ha un ebook. Un altro è dato dalla miriade di alberi che si sono salvati grazie all’esistenza di questi (anche se ci sono utenti che non resistono e si mettono a stampare ebook di 200 pagine)!

Okey, appurato che l’ebook è un sistema fortissimo per guadagnare, andiamo a vedere ora quali caratteristiche deve avere il tuo ebook per poter essere competitivo sul mercato, ma soprattutto che strumenti di vendita bisogna adottare per riuscire ad incassare un po’ di soldi, che si spera superino la grande fatica utilizzata nello stendere l’ebook.

Molte Pagine

Sicuramente l’ebook deve avere un bel po’ di pagine. Ma ti immagini a vendere un ebook di 50 pagine? Alcuni lo fanno, ma praticamente regalano l’ebook (segreto dei 7 euro).  L’ebook deve avere una certa consistenza, e poi è anche risaputo che il lettore dà abbastanza importanza al numero di pagine perciò è essenziale presentare un prodotto con almeno 120 pagine. Lo so, non sono facili da raggiungere ma ci sono alcuni “trucchi” che ti permettono di raggiungere questo numero:

  • margini laterali ampi (in modo tale da rendere il tuo testo esteso per il verticale anzichè per l’orizzontale..quasi come fosse  una colonna di un post sul blog).
  • carattere grande (è davvero difficile che si veda un ebook con carattere del testo 10 o 12 , perciò usane uno superiore).
  • usa le immagini (usa immagini per chiarire concetti, per fare esempi o per ribadire un dato concetto).
  • usa piè di pagina e intestazione (utilizza un margine superiore nel quale inserisci il nome dell’ebook o il titolo del capitolo, e inserisci un margine inferiore nella quale inserisci il sottotitolo dell’ebook o il tuo marchio, con ovviamente il numero della pagina)

Dare Valore

Se vuoi mettere in vendita qualcosa devi essere assolutamente sicuro di dare valore aggiuntivo. Se crei un ebook con una somma degli articoli del tuo blog o di altri, non fai altro che ammucchiare una serie di risorse gratuite. La gente però paga per ricevere l’esclusività, paga per ricevere quei segreti che non si trovano normalmente nella rete e se trova cosa che già conosce non acquisterà più ebook presso di te, e questo è un grave svantaggio.

Infatti come ho spiegato in un video precedente, gli utenti che acquistano una volta sono poi gli utenti che probabilmente acquisteranno più volte e sono davvero importanti per te. Perciò, se metti qualcosa in vendita, devi essere estremamente consapevole e cosciente di quello che stai vendendo, assicurandoti che si tratti di qualità e non di un ebook casuale che serve solo per raccimolare qualche centinaia di euro. La tua fiducia verso i tuoi lettori vale molto di più.

Essere Comprensibile

E qui casca l’asino. Ho letto anni fa, quando ancora non sapevo nulla o quasi sul guadagno online, ebook che parlavano in termini così difficili che per me sembravano arabo! Insomma, mi sembrava di leggere un libro di uno scienziato quando io volevo solo sapere come guadagnare online! Leggevo termini come “Brand”, “Sem”, “Seo”, “Keywords” e non avevo la più pallida idea di cosa questi fossero.

Sì, forse avevo sbagliato al momento ad acquistare un ebook così avanzato, ma è anche vero che secondo me non bisogna mai dare nulla per scontato. Per esempio si poteva inserire tra parentesi una spiegazione di quei termini, si potevano linkare quei termini a degli articoli online che spiegano il loro significato, oppure si poteva aggiungere una nota a fine pagina o a fine libro da poter consultare.

Nell’ebook non dobbiamo fare “i fighi” col lettore, non dobbiamo sfoggiare la nostra sapienza in questo modo senza fargli capire un tubo. E’ meglio parlare con termini “terra terra” ma essere comprensibili da chiunque. La praticita’ quindi è l’elemento chiave.

L’altro giorno sono andato con mio fratello da un dottore in uno studio privato perchè doveva togliersi una verruca. Il dottore lo analizza attentamente e poi con aria da saccente risponde con tutti termini specifici.  Finita la frase nè io nè mio fratello avevamo capito una sola parola di quello che aveva detto!! Ma è mai possibile che io vado da un dottore, lo pago, ed egli si mette ad esporre il problema in termini scientifici?? Cosa potrei mai capire?! Non ci vuole una scienza a capire che non tutti hanno studiato medicina! Mi veniva quasi voglia di incominciare a parlargli di SERP, SEO, Google Adwords e Twitter, tanto per fargli capire cosa si provava ad ascoltare termini della quale non si ha la più pallida idea di cosa significhino! 😀

Il mio riportato sopra era solo un esempio, ma serve a farti capire che chi viene a chiederti aiuto è perchè è ignorante in quel settore. Se tu gli parli con termini tecnici non sarai affatto d’aiuto. Per esserlo invece, devi parlare con termini che sarebbe in grado di capire anche in ragazzino. Molte volte le cose semplici sono le migliori.

Crea una Landing Page

Benchè io sia contrario a queste, mi sono ritrovato ad utilizzarle più volte e non posso fare a meno di consigliartele. Di che cosa si tratta? Di un dominio (per esempio www.mioebook.it) nella quale inserisci una lunga presentazione del tuo Ebook.

Ci sono molte guide online che ti insegnano a scrivere una landing page, puoi imparare molto da queste! Eccotene qui di seguito alcune delle migliori:

Queste landing page, vengono spesso chiamate lettere di vendita e la pagina (o meglio il dominio) che contiene questa tua presentazione del prodotto viene spesso chiamata minisito.

Però, se vuoi imparare a creare anche tu una landing page, non ci sono guide free, ogni tutorial è a pagamento. Ti consiglio perciò di cercare qualche guida in inglese gratuita (che si trova sempre) oppure di creare la tua landing page su Revenue4me tramite il programma semplicissimo del sito.

Testimonianze

Inserisci all’interno della tua lettera di vendita delle testimonianze vere per poter dare più credibilità al tuo prodotto. Prima rendi il tuo libro come omaggio a delle persone fidate per poter fare delle recensioni sul tuo lavoro. Ieri ho ricevuto l’ultimo ebook di Flavio Carretti che uscirà a breve e sono davvero onorato di questa possibilità (l’ebook è favoloso!!).  Tramite delle testimonianze, meglio se sono video testimonianze andrai a rassicurare il compratore, garantendogli di non andare ad acquistare una fregatura.

Le testimonianze che hanno maggior valore sono quelle di persone conosciute o che comunque posseggono un blog o un sito seguito. Difficilmente queste persone sono pronte a rimettere la loro faccia per fare delle testimonianze positive su un prodotto di scarsa qualità. Perciò chiedi alla tua rete di amicizia del settore, di poter ricevere delle testimonianze in cambio del download gratuito del tuo ebook.

Usa un Video Trailer

Sempre per dare maggior credibilità, serietà e professionalità al tuo prodotto, puoi utilizzare la strategia del video trailer. In pratica consiste nel presentare il tuo nuovo prodotto attraverso un video promozionale altamente professionale, come questo:

Sicuramente un video come questo sarà in grado di aumentarti le vendite di non poco!

krikko




14 thoughts on “Alcuni Consigli per Vendere un Ebook”

  1. Roberto Iacono says:

    Ciao krikko, per caso conosci qualche plugin per vendere l’ebook su wordpress?

  2. krikko says:

    Ciao Roberto in che senso? Non credo che esistano! Per vendere un ebook bisogna creare manualmente una pagina di vendita, ed inserire il pulsante “paga ora” di Paypal (o di altri sistemi di pagamento online). 😉

  3. Roberto Iacono says:

    Intendevo proprio questo :)… volevo sapere se conosci dei plugin validi che permettano questo in automatico…

    Aggiungendo il pulsante paypal a mano, una volta che l’utente mi paga, è possibile inviare in automatico l’ebook oppure glielo devo spedire io quando mi arriva l’esito di pagamento?
    Grazie

  4. krikko says:

    No no , c’è la possibilità con Paypal. Basta inserire nella voce “Reindirizza l’utente dopo il pagamento” il link del download dell’ebook 😉 In ogni modo lascia sempre la tua email ben visibile così in caso di problemi gli utenti ti possano contattare e non ti etichettino come un “ladro” 😉

    krikko

  5. Roberto Iacono says:

    Ottimo krikko, proprio quello che mi volevo sentir dire, mi hai sollevato la nottata 🙂 grazie mille, mitico!!!

  6. Luca says:

    Ciao a tutti,
    voi dite che vendere l’ebook consente di incassare il 100% dei ricavi… però oggi ho parlato con il mio commercialista, il quale dice che ocn la partita iva che ho io (psicologo) non posso fatturare la vendita di un bene, perchè sono abilitato a vendere esclusivamente servizi. pertanto o mi affido a un editore esterno (e dubito che io possa tenermi il 100% ma corregetemi) oppure dovrei aprire una nuova posizione fiscale (leggesi: seconda partita iva, SRL o altre forme riconosciute)…. avete dei consigli da darmi in questo senso?
    grazie mille!
    Luca

  7. krikko says:

    Ciao Luca,

    questa non la sapevo (non si finisce mai di imparare!). Guarda purtroppo non saprei come aiutarti, ma conosco sicuramente qualcuno più in gamba di me in queste cose, e si chiama Carlo D’Angiò: http://www.lavoro-casa.org/ . E’ un esperto in queste cose e ha spiegato diverse volte come gli psicologi possono guadagnare online. Sul suo sito c’è una sezione “Contatti”, proponigli la stessa domanda lì, lui saprà aiutarti 😉

    in bocca al lupo per tutto!

    Krikko

  8. Luana says:

    Ciao!

    Grazie per i consigli – pensa che io inizialmente avevo fatto completamente l’opposto, mettendo margini a 1.5 e font 10, ovvero la visualizzazione che normalmente utilizzo per i miei documenti

    ooooppppssss!

  9. Krikko says:

    Ciao Luana, di niente! Nessuno è “nato imparato”! 🙂

    Alla prossima! 😉

    Krikko

  10. ithoangel says:

    ciao krikko vorrei un tuo consiglio … non saprei
    cosa sbaglio ma da google non entrano + utenti da un bel po e pensare ke ero arrivato a 200 visite al giorno solo da google e mò invece 0 da google e entrano solo da un sito di nome filecrop sulle 120 al giorno fisse cosa posso fare per guadagnarci qualcosa?

  11. Krikko says:

    Ciao ithoangel,

    i motivi possono essere molteplici. Hai per caso inserito qualche articoli nuovo che non possa andare molto a genio a google? articoli sui casinò, articoli dal contenuto pornografico, ecc..?

    Krikko

  12. diego says:

    salve,
    sto srivendo il mio primo ebook ma la cosa che mi lascia perplesso è la protezione, ovvero un utente paga e scarica il pdf con eventuale password, lo invia a sua volta ad altre persone includendo la password.
    Come si puó evitare questo?
    Grazie

  13. Krikko says:

    ciao Diego !Non c’è nessun modo per poter tenere sotto controllo questo fenomeno della condivisione.

    Krikko

  14. Francesco says:

    Ciao,
    gran bell’articolo e utile per un autore come me che ci ha messo tantissimo per capire come aumentare le performance di vendita di un ebook. Se può essere utile io ho pubblicato il mio ebook con ilmiolibro.it e, dopo aver acquistato il Servizio di Distribuzione Premium automaticamente al libro è stato associato un codice isbn edè stato messo in vendita su: Amazon, Apple, Kobo, Mondadori, Feltrinelli, Rizzoli, Isbn, Deastore, librerie universitatia e tantissimi altri.
    La mia esperienza è stata molto positiva anche in termini di vendite con ilmiolibro.it che è l’unica startup seria sotto tutti i profili. Loro creano il mercato per te in parte. Poi, naturalmente, vale tutto quello che ha scritto tu. Spero che il mio commento sia utile.
    Ciao e in bocca al lupo.

    Francesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.