Browse By

Come aumentare la visibilità ad un post su Facebook

La domanda che ci stiamo ponendo tutti ultimamente è: come posso aumentare la visibilità di un post su Facebook? 

Il più grande social network di sempre, con i suoi continui aggiornamenti dell’algoritmo, mette in continua crisi aziende e professionisti del web che sono costretti a rimanere sempre al passo con queste innovazioni.

Supponiamo che tu abbia una pagina con 20.000 fan e pubblichi un link. Quanti utenti riesci a raggiungere? Pochi vero? Eppure qualche anno fa Facebook dava massima visibilità ad una pagina. Se avevi 20.000 fan il tuo posto l’avrebbero visto in 20.000. Ora se vuoi che il tuo post sia visibile a tutti, devi utilizzare le Facebook Ads (pubblicità a pagamento), oppure affidarti ai metodi per aumentare la portata organica che vediamo in questo articolo.

L’Algoritmo di Facebook è cambiato negli anni per cercare di migliorare l’esperienza degli utenti sul sito. All’inizio Facebook non era così popolato e quindi non c’era bisogno di dare più o meno visibilità ad un post. In Homepage ti comparivano anche post di amici con cui non interagisci mai. Poi Facebook è diventato un colosso. Il sito si è riempito di utenti e dove c’è tanta gente entrano anche…le aziende! Eh sì! Dov’è che le aziende possono trovare così tante persone? Dov’è che le aziende possono avere tutti i dati degli utenti? Dov’è che le aziende possono sapere a cosa sono interessate le persone? Su Facebook! 

Così le aziende sono entrate nel social network, con esse anche le pubblicità e per forza di cose l’algoritmo si è dovuto aggiornare. In meglio o in peggio non saprei giudicarlo, ma se vuoi stare al passo con Facebook c’è bisogno che anche tu ti aggiorni.

Qui di seguito elenco alcuni dei principali cambiamenti del nuovo algoritmo. La fonte di tali notizie deriva dal libro Strategie e Tecniche di Facebook Marketindi Veronica Gentili.

Affinità, Peso e time Decay

Facebook premia i post che hanno questi requisiti:

  • affinità: il grado di relazione a senso unico che ha un utente con un dato profilo o pagina. Se un mio amico entra spesso sul mio profilo o pagina, Facebook tende a mostrargli di più i miei contenuti. Fai questo esperimento. Entra nel profilo di un tuo amico. Stacci diversi secondi ma non fare nessuna azione (like, commenti ecc…). Ritorno in Home, vedrai sicuramente un paio dii post della persona che hai appena visitato.
  • peso: riguarda il grado di interazione che riesce ad ottenere un post. Se i posti che pubblichi hanno di media un centinaio di like, diversi commenti e condivisioni, significa che il tuo post ha suscitato interesse, di conseguenza Facebook capisce che pubblichi contenuti interessanti e ti premia dandoti sempre più visibilità. Ecco perché consigli di cercare di pubblicare ogni post con estrema coscienza. Ogni post che inserisci deve essere potenzialmente virale.
  • time decay: è il grado di freschezza di un post. Più un contenuto è nuovo e maggiore è la probabilità che venga mostra in Home. ti sarà capitato di entrare in Facebook alle 3.00 di notte ed essendoci pochi post pubblicati, vedi post di profilo e pagine che non visiti da molto tempo, solo perché hanno appena pubblicato qualcosa pochi secondi fa.

Tipologia di post

All’utente vengono mostrati post che appartengono alla tipologia di post con cui solitamente interagisce di più. Se per esempio preferisci vedere i video piuttosto che leggere una aggiornamento di stato, Facebook tende a mostrarti più video che aggiornamenti di stato. Attento perciò a come ti muovi, a cosa e dove metti i “like” perché sei costantemente monitorato.

Maggiore visibilità a post e articoli di qualità

Facebook ha la possibilità di capire se un post è di qualità o meno in base ad oltre 1.000 fattori, come per esempio quante volte il suddetto post è stato segnalato come SPAM, oppure quant’è il tempo di permanenza media di un utente su quel determinato post. Quant’è la frequenza di rimbalzo per quel post?

Lo stesso discorso vale anche per gli articoli condivisi sulla piattaforma. Facebook ha deciso di dare maggiore visibilità agli articoli di qualità e di correlarli di articoli simili. Inoltre, con questo aggiornamento, viene data maggiore visibilità anche ai nuovi commenti da parte degli amici su di una determinata “storia” che ci è interessata.

Feature Tag

Inserendo dei tag di una pagina in un post che parla di argomenti affini a quella pagina, il suddetto post acquista visibilità anche tra le persone che non seguono la nostra pagina, ma sono fan della pagina taggata. Se per esempio crei un post su Pino Daniele scrivendo un pensiero sulla sua morte e tagghi la pagina “Pino Daniele”, è possibile che il tuo post compaia nella Home delle persone che hanno messo il like alla pagina “Pino Daniele”.

Contenuti originali

Se vuoi che il tuo post abbia visibilità allora cerca di evitare i contenuti riciclati. In questo post spiego una tecnica frequente per accaparrare visite e like. Se intendi proprio inserire un contenuto che si trova già altrove su Facebook allora cerca di modificarlo un po’ attraverso qualche programma di editing video.

No agli Scoop

Il nuovo Algoritmo di Facebook evita come la peste tutti quei link e articoli che hanno dei titoli “sensazionali” che hanno solamente lo scopo di aumentare l’apertura incuriosendo il lettore (“Non puoi immaginare cosa succede in questo video…”). Facebook sta cercando di distinguere le notizie vere da quelle bufala. Se lavori con le “bufale”… stai attento!

Minore visibilità ai post promozionali non sponsorizzati

Stai facendo una pubblicità ad un evento con il post che stai per pubblicare? Sappi che avrà pochissima portata. Quando promuovi un evento o un prodotto sul tuo shop e non lo fai pagando, Facebook cercherà di ridurti al minimo la visibilità. Dal Gennaio 2015 è stata ridotta ulteriormente la portata per questo tipo di post. Facebook quindi non è gratis, men che meno quando si tratta di promuovere contenuti esclusivamente pubblicitari.

Più importanza ai video

Se ancora non si fosse capito, Facebook sta puntando moltissimo sui video caricati direttamente sul social network. Sta puntando così tanto che in questo nuovo aggiornamento che Facebook non terrà conto solo di quante volte viene commentato, condiviso il link. Facebook terrà in considerazione anche azioni meno evidenti come quante persone decidono di cliccare sul pulsante “HD”, quanti mettono il video a tutto schermo e così via.

Insomma questi sono solo alcuni degli aggiornamenti di Facebook. Prendi tutto molto con le pinze perché il mondo del web si evolve in maniera così veloce che quello che stai leggendo in questo momento potrebbe già essere obsoleto. Io spero che non lo sia altrimenti mi toccherà riscrivere un altro post! ahahah

Spero che l’articolo ti sia piaciuto e che ti sia stato d’aiuto. Se vuoi esserlo anche tu per me, allora condividilo sulla tua bacheca, mi faresti un grande favore. Un grande saluto,




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.