Browse By

Come editare i tuoi Post come i Professionisti

Quante volte ti sarà capitato di pubblicare il post e di andare poi a rileggerlo non appena pubblicato. Proprio in quel momento inizi a trovare gli errori più disparati. Eppure prima di pubblicare il post tutti quegli errori non li avevi visti! Ora, finché correggi subito gli errori non è un problema, ma se pubblichi un post e questo inizia a diventare virale, avrai molte visualizzazioni e ciò significa più occhi puntati sul tuo contenuto e più rompipalle pronti a lasciarti un commento come “sarebbe meglio che tu imparassi prima l’italiano“.

Trovare un errore ortografico è poco professionale. Il lettore, leggendo errori, perde fiducia nei tuoi contenuti poiché reputa l’articolo di poco valore dato che ci è stata prestata poca attenzione nel realizzarlo.

Alcuni anni fa nel Regno Unito era stata condotta una ricerca da degli esperti che ha portato a conoscenza di una grande verità: gli errori ortografici nei post aziendali sono in grado di far perdere milioni di euro all’azienda.

Ovviamente un post professionale non si incentra solamente su un buon italiano. Un ottimo post è un post realizzato in modo da favorire la lettura e dunque di facile comprensione per i lettori. Anche se il tuo post sarà privo di errori ma gli argomenti saranno esposti in modo noioso oppure non si riesce a capire quando finisce un argomento e ne inizia un altro, l’utente perderà l’entusiasmo e la voglia di leggerti e semplicemente se ne andrà va.

Il processo di editing professionale

Tutti i post che pubblichi dovrebbero avere lo stesso processo di editing. Non dovrebbero esserci post che ricevono più attenzioni di altri ma devono avere tutti lo stesso trattamento.

Anche se sei l’unica persona che lavora sul tuo blog è importante avere un processo di verifica. Crea perciò sempre una lista di controllo di tutti i passaggi onde evitare di farti sfuggire qualcosa. Ecco un esempio di lista di controllo:

  • Controllare che la URL del post sia SEO-friendly;
  • Copiare ed incollare l’html dell’articolo su di un “blocco note” (può capitare che in fase di pubblicazione dell’articolo WordPress si blocchi e puoi perdere tutto il tuo lavoro se non hai una copia).
  • Programma il post per le ore 15.00 del Venerdì (perché per esempio pubblichi i post sempre quel giorno e sempre a quell’ora);
  • Controllare che il testo sia correttamente formattato;
  • Controllare se hai messo l’H2 per i suddividere i paragrafi;
  • Controllare che le immagini abbiano la descrizione SEO-friendly;
  • Seleziona la categoria e il tag corretto per il post;
  • Controllare che il post abbia una buon percentuale di ripetizione della parola chiave;
  • Controllare di aver inserito almeno un link affiliato;
  • Programma il post anche sui social.

Creare la propria lista di controllo

Probabilmente hai già un processo di verifica tutto tuo, magari anche in modo inconsapevole. Apri perciò un file di testo (ti consiglio un file su Google docs) e inizia a stendere i tuoi tipici passaggi. Per esempio scrivi di inserire i grassetti e i corsivi per sottolineare le frasi più importanti, poi di inserire le immagini per dividere ulteriormente i paragrafi ecc…

Ecco qui di seguito alcune cose che non devono assolutamente mancare nella tua lista di cose da fare prima di pubblicare.

Introduzione

Assicurati che la tua introduzione riesca ad intrattenere i lettori. Le prime righe sono importantissime, le hai scritte per bene? Che cosa imparerà il lettore leggendo il tuo post? Spiegaglielo bene, in questo modo avrà ancora maggiore voglia di arrivare in fondo al tuo articolo. Evita se è possibile però introduzioni troppo lunghe o se le fai (vedi Aranzulla) fai capire bene quando inizia il post vero e proprio. Un trucco per capire se la tua introduzione sta in piedi è quella di provare a rimuovere il primo o il secondo paragrafo. L’introduzione ha comunque senso? Se la risposta è affermativa allora hai fatto un ottimo lavoro.

Sottotitoli

A meno che il tuo post non sia breve (400 parole o meno) è sempre bene suddividerlo in sezioni tramite sottotitoli. Questi aiuteranno a dividere il tuo post in diverse parti e aiuteranno a chi non ha tempo per leggere tutto di saltare da una parte all’altra e chi invece ha tempo per leggere l’intero post non viene scoraggiato nel vedere un fiume di parole senza alcun titoletto.

Per questi sottotitoli ovviamente utilizza gli H1, H2 e H3. Nota bene: una cosa da non fare è quella di passare da un H1 ad un H3. Rispetta la gerarchia!

Interruzioni visive

Cerca di creare degli spazi bianchi nei tuoi post quando è possibile. Se riesci ad inserire elenchi puntati… meglio ancora! Un altro stratagemma per creare un’interruzione visiva è quella di utilizzare la citazione blockquote“, dà quel senso di rottura e rende il post più professionale.  Anche le immagini possono creare interruzione del post e sono particolarmente utili per mostrare qualcosa se il tuo articolo è un “come fare…“.

Infine non aver paura di utilizzare paragrafi fatti solamente da una sola riga. Possono essere estremamente efficaci e possono attirare l’attenzione del lettore proprio su quelle parole.

Materiale estraneo

Elimina tutto ciò che non ha nulla a che fare con il tuo post. Se hai scritto paragrafi che escono troppo fuori tema allora eliminali. Piuttosto se stai scrivendo per approfondire un determinato discorso puoi prendere in considerazione la possibilità di inserire dei link a dei tuoi altri post o a post di altri blogger. In questo modo il lettore non perderà il filo del discorso.

Attenzione, non significa che non puoi scrivere post lunghi, puoi eccome! Assicurati solamente che tutto quello che stai scrivendo sia strettamente necessario.

Conclusione

Assicurati che il tuo post abbia una degna conclusione. Alcuni blogger hanno la tendenza a chiudere i loro post in modo brusco, soprattutto se si tratta di post che contengono elenchi o tutorial. Ricordati sempre che le ultime righe del tuo post sono un’occasione per lasciare una buona impressione ai tuoi lettori ma soprattutto di lanciare una call to action.

Rileggiti come se fossi un estraneo

I post scritti da noi diventano parte integrante di noi. Prova a rileggere (ad alta voce) invece il tuo post come se lo stessi leggendo per la prima volta e chiediti se ci sono delle frasi troppo lunghe o di non facile comprensione. In tal caso sistemale e rendile facilmente comprensibili.

Linka altri post

Inserire dei link ad altri post è fondamentale. Guarda Pro-blogger. Alla fine di ogni paragrafo inserisce sempre un link verso pagine interne:

Non solo i link sono importanti per i motori di ricerca ma anche per i lettori che possono approfondire un determinato argomento sulle tue pagine, aumentando così anche il tempo di permanenza sul tuo blog. 

Prima di pubblicare

Ricordati che stai per pubblicare un’opera d’arte. Il tuo post non è uno dei tanti. Il tuo post si differenzia dai post degli altri blogger. Il tuo post è di estremo valore e gli utenti capiranno questa differenza e ti seguiranno anche per questo. Il mio consiglio è quello poi di inserire sempre un banner o form per iscrizione alla mailing listLe e-mail dei tuoi lettori sono importantissime e qui puoi trovare approfondimenti: corso di e-mail marketing prima parte.

***

Gli articoli sono l’anima del tuo blog e perciò meritano estrema attenzione e spero che questi consigli possano esserti d’aiuto.

Se seguirai sempre una checklist di cose di cui ha bisogno ogni tuo articolo saprai sempre come strutturare ogni singolo post ma soprattutto saprai dove andare a modificarli. In più i tuoi lettori entreranno in sintonia con il tuo schema.

Ora quello che devi fare è prendere i tuoi più vecchi articoli e dargli una bella ripassata. Sei pronto? 🙂

Fonte: https://problogger.com/edit-your-blog-posts/




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.