Browse By

Come Guadagnare Vendendo Videocorsi

Il video è lo strumento più potente di comunicazione. Nascondere questa verità significherebbe prendersi in giro da soli. ora stai leggendo queste parole ma sono sicuro che se ci fosse un bel video… lo guarderesti molto più volentieri, non è così? Non preoccuparti perché il video c’è e lo vedrai a breve.

In questo articolo parliamo di uno dei modi per guadagnare online, ovvero quello di vendere videocorsi. 

Vendere videocorsi significa vendere informazioni. Un’informazione ha un valore “x” che va da €1 a xxx milioni di euro. Ti faccio un esempio molto banale. Sei in autostrada, è tardi e sei stanco. Mentre guidi improvvisamente ti si buca uno pneumatico. Nel baule hai il ruotino di scorta ma non lo hai mai montano e non sai nemmeno da dove cominciare. Quanto pagheresti per avere un video a portata di mano che ti spiegasse come sostituire quella precisa ruota di quella precisa auto con quel preciso ruotino? Io penso che lì per lì pagheresti qualsiasi cifra.

Ecco, questo è il potere dell’informazione, ovvero risolvere i problemi. 

Le vendite avvengono tutte quelle volte in cui vengono risolti dei problemi. Le auto a 7 posti risolvono i problemi delle famiglie numerose e anche se esteticamente queste auto sono la cosa più brutta e di cattivo gusto mai progettata, continuano a vendere. Per ogni esigenza e problema vi è una soluzione. Se offri una soluzione allora vendi e anche facilmente.

Facciamo un altro esempio. Un ragazzo universitario ha fra due giorni un esame complicato. Purtroppo non ha seguito molte lezioni e non ha amici a cui chiedere gli appunti o semplicemente si vergogna. I libri di testo da studiare per l’esame sono due e sono dei mattoni da 400 pagine l’uno. In pratica è spacciato. 

Ma se il ragazzo trovasse in rete un videocorso realizzato da un docente di un’altra università di quella materia, secondo voi… non lo comprerebbe?

Questo è il potere dell’informazione e questo è il potere del video. Il video è immediato è diretto e lo si ascolta passivamente. Leggere richiede uno sforzo (minimo ma lo richiedere) e per alcuni è talmente grande questo scoglio a tal punto da gettare la spugna. Inoltre col parlato si riassume lo stretto necessario che è proprio quello che a ognuno di noi interessa. Nei manuali di 400 pagine solitamente il succo sta in 50 pagine e il resto è tutto di ornamento per alzare il prezzo del libro.  Solo che per trovare da solo dov’è il succo di quel libro devi leggertelo tutto, più volte.

Conosci Marco Montemagno? Bene, saprai allora che ha aperto tempo fa una membership chiamata 4books. In questa Membership l’autore prende ogni mese 4 libri stranieri che parlano di Marketing e auto-imprenditorialità e oltre a tradurli in italiano, ci fa un bel riassunto di ognuno e le persone pagano per avere questo servizio e dunque risparmiare tempo.

L’informazione deve essere veloce, immediata e a portata di mano e il video ha tutte queste caratteristiche. Ti faccio un altro esempio. Nel mio settore, quello del pianoforte, sono stati scritti centinaia e centinaia di manuali sul come suonare il pianoforte. Peccato che chiunque legga quanto scritto in questi manuali rimane sempre con dei dubbi. Sì, ci sono delle immagini che aiutano a comprendere meglio quanto scritto ma le immagini non sono dei video. Il video è più chiaro e se devi far vedere quale dito di quale mano mettere su quale tasto… non c’è niente di meglio che un bel filmato.

Il video è la spiegazione e la chiarezza per eccellenza. Tutti questi manuali hanno sicuramente un loro valore.  In uno dei libri più venduti dal titolo i fondamenti dello studio del pianoforte, l’autore parla di concetti complicati come “gli insiemi paralleli” e altro che onestamente, se non sei già un grande pianista, non potrai mai capire.

Perciò se sei timido e se ancora non hai realizzato video, io penso che sia arrivato il momento di farli. Bisogna farli ora prima che sia troppo tardi. Adesso è il momento dell’informazione, dei videocorsi e non so quanto possa durare questo momento. Internet si evolve alla velocità della luce e bisogna stare al passo. Chissà che fra 5 anni tutte le nicchie saranno tutte saturate e non ci sarà spazio per lanciare un nuovo prodotto informativo. Chissà che fra 5 anni verrà scoperto qualcosa di più efficace e redditizio del video. Ci sono tanti punti di domanda verso il futuro, ecco perché bisogna agire adesso.

Dove Vendere i Videocorsi

Una volta che hai realizzato il videocorso ti chiederai “e mo, che ci faccio con questo?” La risposta è: inizia a venderlo sulle piattaforme che hanno già visibilità. Sì, lo so che sto andando in contrasto con quello che dicono in molti (e che spesso dico anche io) però per cominciare è bene appoggiarsi a una piattaforma già funzionante.

Per lo stesso principio è spiegato il perché sia meglio cominciare dall’Affiliate Marketing piuttosto che realizzare immediatamente il proprio infoprodotto. Se impieghi tempo, denaro ed energie a realizzare un videocorso e poi questo non ti rende un centesimo, avrai solamente sprecato tanto tempo. Invece lavorando da affiliato non avrai speso una sola ora della tua vita per realizzare il prodotto, dovrai solamente concentrarti nel venderlo. Una volta che inizierai a ricevere introiti da quelle vendite allora avrai anche capito quali strategie adottare per vendere online.

Perciò, prima di realizzare un videocorso e metterlo online sul proprio sito, sfrutta le piattaforme più trafficate e sfrutta queste occasioni per crescere. Il tuo primo videocorso non sarà mai un capolavoro, per quanto tu possa esserti attrezzato e organizzato bene. Sarai un po’ impacciato davanti alla videocamera, avrai strani tic che ti faranno notare a suon di recensioni negative, avrai dei vizi che scoprirai solo in fase di montaggio, capirai che l’inquadratura non andava bene perché ti mozzava parte di testa e così via.

Farai tanti errori su i tuoi primi videocorsi ma poi amplierai le tue abilità e migliorerai sempre. Quando sarai alla versione 2.0 di te stesso, allora sarà solo quello il momento per vendere i tuoi prodotti direttamente sul tuo sito senza dividere percentuali con nessuno. il 100% del tuo sudore, il 100% dei tuoi guadagni.

Il primo sito dove vendere il tuo videocorso è UdemyIl sito è internazionale perciò troverai anche dei competitors stranieri. Questo è anche un bene da un lato. Non ci sono troppo prodotti in Italiano e il mercato è ancora “fresco”. Tocca a te riempire di videocorsi la tua nicchia.

Il secondo sito che ti consiglio è lifelearningBenché io abbia avuto diverse controversie con quest’azienda per via del ritardo dei pagamenti e la quasi mancanza di assistenza da parte del personale, rimane il primo sito italiano di vendita di videocorsi. La maggior parte di questi corsi sono di bassa qualità, con corsi realizzati velocemente con powerpoint. Se realizzerai un videocorso di valore, sbarazzerai velocemente la concorrenza.

Il terzo sito è sempre italiano ed è corsi.itL’autore di questo sito è L.J.Marshall, un personaggio che ho avuto modo di conoscere dal vivo in un evento musicale ma sul suo conto mi sono arrivate all’orecchio parole non troppo carine. In ogni modo il sito altro non è che la successione ereditaria del vecchio piùchepuoi. Anche qui potrai proporre il tuo corso.

Come realizzare videocorsi professionale e guadagnare

Ho realizzato un videocorso dal titolo Deus PecuniaIl videocorso è pronto, devo solamente ultimare la pagina di presentazione inserendo le recensioni di chi lo ha provato. Siccome odio le recensioni false, voglio che sia tu a darmi il parare. Il corso dura 4 ore e 30 minuti e il prezzo di lancio è di €197. Tuttavia per solo i che mi daranno la recensione, il corso è in vendita a €29. 

Solitamente è prassi regalare il corso a chi ci lascia la testimonianza. Io ritengo fortemente che una cosa regalata perde totalmente di valore, ecco perché questo “piccolo contributo.” Puoi candidarti all’acquisto del corso a €29 cliccando qui

firma per computer




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.